Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Allerta ambientale, la foresta amazzonica è al limite: si rischia un collasso ecologico su larga scala

Allerta ambientale, la foresta amazzonica è arrivata al limite e il rischio è un collasso ecologico su larga scala: cosa c’è da sapere

Che la foresta amazzonica sia il cosiddetto ‘polmone della Terra’ non è certo una novità, ed è proprio per questo che è fondamentale tutelarla e far sì che ‘lavori’ al meglio per dare ossigeno al Pianeta. La definizione, infatti, non è affatto casuale, perché indica proprio la funzione di questo meraviglioso luogo.

Foresta amazzonica allerta ambientale
Allerta ambientale, la foresta amazzonica è a rischio: cosa potrebbe succedere – labiennnale.it

Oltre ad accogliere al suo interno una grande biodiversità, la foresta amazzonica ha anche un ruolo fondamentale nella regolazione dei climi e dei cicli biologici. Inoltre, vista la sua posizione equatoriale e la sua grande vegetazione, consuma enormi quantità di anidride carbonica rilasciando altrettante quantità di ossigeno. Ecco perché aiuta la Terra a respirare ed è fondamentale che stia in salute.

Questo però, purtroppo, non sta accadendo, perché la situazione attuale del pianeta la sta mettendo in grave pericolo, tanto da esporre tutti noi al rischio di un collasso ecologico di enormi dimensioni. Ma da cosa dipende tutto questo e cosa c’è da sapere su questo delicatissimo tema? Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Allerta ambientale, la foresta amazzonica è in pericolo: i rischi per il nostro Pianeta

La foresta amazzonica custodisce circa il 10% della biodiversità mondiale, il che la rende un elemento fondamentale per la salute del pianeta e di tutti i suoi abitanti. Secondo recenti studi, però, la situazione della foresta amazzonica sarebbe vicina alla catastrofe a causa del riscaldamento globale, degli incendi e delle deforestazioni che la stanno mettendo a dura prova.

Foresta amazzonica rischio collasso
Foresta amazzonica a rischio collasso ecologico: la situazione nel dettaglio – labiennale.it

Questi elementi, infatti, potrebbero sottoporre una parte della foresta a uno stress tale da causare un vero e proprio collasso ecologico entro il 2050. Il ‘polmone della Terra’ potrebbe infatti ridurre in maniera significativa l’assorbimento di anidride carbonica portando così a una carenza di ossigeno per gli esseri viventi e a un conseguente aumento del riscaldamento globale.

A causa di questa sorta di reazione a catena, poi, una parte della foresta amazzonica finirebbe per diventare savana a causa dei fiumi prosciugati e della siccità, che già nell’ultimo periodo ha provocato l’isolamento di alcune comunità. La situazione, dunque, è particolarmente delicata, non solo per gli esseri viventi che si trovano all’interno della foresta, ma per l’umanità intera.

Un polmone ‘malato’, infatti, diventa un pericolo per la salute di tutto il corpo, proprio come un peggioramento delle condizioni della foresta amazzonica potrebbe diventare un rischio a livello globale e soprattutto potrebbe trasformarsi in una situazione da cui non si potrà più tornare indietro.

Impostazioni privacy