Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

L’allarme per i chewing gum: trovate microplastiche anche nei prodotti più famosi

Allarme chewing gum: sono state trovate microplastiche anche nei marchi più famosi. Quali sono e quali, invece, sono stati promossi

La presenza delle microplastiche negli alimenti rappresenta un vero e proprio rischio per la salute, i problemi che potrebbero causare, infatti, sono davvero tanti e da non sottovalutare.

microplastiche nelle chewing gum quali
Microplastiche nelle chewing gum, allarme – labiennale.it

Queste sostanza, ad esempio, potrebbero provocare un’infiammazione delle mucose dell’intestino portandolo a lavorare male e a dare problemi anche piuttosto seri in futuro. Recentemente alcuni test hanno fatto un’amara scoperta, sono state, infatti, trovate delle microplastiche anche nelle gomme da masticare. Una recente analisi ha, quindi,  fatto sapere che ad essere coinvolti sono anche alcuni dei marchi tra i più famosi, di cui quasi tutti fanno un larghissimo uso. 

Microplastiche nei chewing gum: ecco a quali prestare attenzione

La rivista svizzera Saldo ha deciso di effettuare un test sulle gomme da masticare, scoprendo che in ben 11 tipi su 12 c’era la presenza di microplastiche. Le marche analizzate riguardavano le gomme da masticare senza zucchero e quindi spesso consumate maggiormente dai salutisti. Tra i marchi coivolti ci sono anche alcuni famosissimi tra cui: Mentos White tutti frutti, Excitemint Xylit-Pro Speramint della Aldi e Jet Gum Mint Sugar Free della Lidl. Se le ultime due avevano comunque un quantitativo ridotto di microplastiche, quelle della Mentos erano sicuramente con il più alto contenuto.

microplastiche nelle gomme da masticare
Microplastiche nei chewing gum: l’allarme – labiennale.it

C’è da dire che le aziende citate hanno replicato sostenendo che le microplastiche non sono così dannose e che, ad oggi, non sono presenti divieti riguardo la loro presenza nelle gomme da masticare. Resta, però, da considerare che oltre a far male all’organismo, dopo il loro consumo, vengono chiaramente buttate via e questo provoca anche gravi danni all’ambiente.

Si tratta, quindi, di una situazione che richiede sicuramente maggior controllo e che necessita di una regolamentazione che, evidentemente, manca ancora all’appello. Andando agli aspetti positivi di questa indagine, per fortuna, tra i tanti marchi c’è stato uno che si è distinto ottenendo un buon giudizio ed è quello delle gomme Coop Karma Natural Base Gum Spearmint.

Gomme prodotte in Italia ma al momento vendute solo in Svizzera. Detto ciò, per tutti gli altri marchi di chewing gum c’è di sicuro ancora tanta strada da fare. Soprattutto se pensiamo alla lotta contro la plastica e le microplastiche che va avanti ormai da un po’ e che si rivela utile non solo per la salute delle persone ma anche per quella dell’ambiente.

Impostazioni privacy