Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Esiste un Museo in Italia dove bisogna toccare le opere: ecco dove puoi fare un’esperienza fuori dal comune

Nella generalità dei musei le opere d’arte possono essere ammirate a debita distanza, protette da solidi vetri e da un sistema di alert che suona nel momento in cui ci si avvicina troppo a dipinti e sculture.

Così non è, però, per un particolare museo italiano che nasce proprio con l’obiettivo opposto: permettere alle persone di toccare le opere, rendendosi così protagoniste di quella che è un’esperienza fuori dal comune.

museo omero
Il Museo Omero è una struttura unica nel suo genere – labiennale.it – Fonte MuseoOmero.it

Il museo in questione ospita una collezione di oltre 100 opere d’arte che comprendono calchi di sculture, dipinti e modelli architettonici. Le opere sono realizzate in gesso, resina e altri materiali che consentono ai visitatori di percepirne i dettagli e le forme, costituendo un’occasione davvero unica nel suo genere.

Il Museo Tattile Statale Omero

Il Museo Tattile Statale Omero è un museo unico nel suo genere e si trova ad Ancona, in Italia: è interamente dedicato all’arte tattile e offre ai visitatori la possibilità di conoscere e apprezzare l’arte attraverso il senso del tatto.

museo omero
Nel Museo è possibile tastare le opere d’arte per ottenere una nuova esperienza tattile – labiennale.it – Fonte MuseoOmero.it

Il Museo Omero è nato nel 1993 da un’idea di Aldo Grassini e Daniela Bottegoni, due coniugi non vedenti. Il loro obiettivo era quello di creare uno spazio in cui le persone con disabilità visiva potessero vivere l’esperienza dell’arte in modo completo e autonomo e, a quanto è possibile sapere, l’obiettivo è stato pienamente raggiunto.

Il museo è aperto a tutti ed è un luogo ideale per conoscere l’arte in modo diverso e originale, costituendo un importante strumento di sensibilizzazione sulle tematiche della disabilità e dell’inclusione.

Naturalmente, il fatto che il Museo Tattile Statale Omero sia interamente dedicato all’arte tattile, ospitando decine di opere, non significa che non possa essere fruito anche da persone vedenti. La struttura è infatti aperta a tutti e, con i suoi biglietti da visita, è un luogo ideale per conoscere l’arte in modo diverso e originale, divenendo altresì un servizio di sensibilizzazione sulle tematiche della disabilità e dell’inclusione.

Insomma, se si visita Ancona, è bene non perdersi l’occasione di visitare il Museo Tattile Statale Omero, divenendo così partecipi di quella che è un’esperienza davvero unica, che – è il caso di dirlo – permetterà a tutti di apprezzare l’arte in un modo diverso.

Il Museo Tattile Statale Omero si trova nella Mole Vanvitelliana, Banchina Giovanni da Chio, 28, ad Ancona.

Impostazioni privacy