Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Dichiarazione dei redditi, tutti stanno sbagliando: attenti a questo dettaglio, conseguenze gravissime

Novità molto importanti per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi: un anticipo sta facendo sbagliare tutti

Ogni anno i contribuenti italiani devono comunicare al fisco l’ammontare dei redditi percepiti nel corso dell’anno. Tale operazione avviene tramite la Dichiarazione dei redditi: attraverso l’invio del documento ogni italiano che percepisce dei redditi durante l’anno comunica i suoi guadagni e calcola le eventuali imposte dovute all’erario.

Dichiarazione redditi novità
Scadenze anticipate dichiarazione dei redditi – Labiennale.it

Il periodo di redazione e invio è l’anno successivo rispetto a quello di riferimento: nel 2024, ad esempio, si dichiarano i redditi prodotti nel 2023. La certificazione viene redatta secondo delle regole ben specifiche e segue dei modelli ministeriali approvati annualmente. Ci sono, quindi, dei tempi e modalità specifiche da rispettare per la sua redazione ed invio.

Dichiarazione dei redditi, attenzione alle nuove scadenze: si rischiano sanzioni

Per quanto riguarda il 2024 c’è un’importante novità fiscale che riguarda proprio la dichiarazione dei redditi, che ha colto in fallo numerosi contribuenti. Per l’anno in corso i contribuenti italiani avranno meno tempo per presentarla, il termine ultimo di scadenza, infatti, non sarà più il 30 novembre ma è stato anticipato al 15 ottobre.

 Dichiarazione redditi nuova scadenza
Anticipo scadenze dichiarazione dei redditi – Labiennale.it

Ciò comporta, dunque, un minor tempo a disposizione per correzioni, integrazioni e dimenticanze. Lavoratori autonomi e professionisti avranno quindi 15 giorni in meno per presentare la dichiarazione con modello Redditi. Stessa cosa per i dipendenti e pensionati che lo utilizzano per integrare o correggere il 730. Per quanto riguarda invece il Modello 730 integrativo la scadenza per la presentazione rimane il 25 ottobre, ma quest’anno non sarà possibile utilizzarlo per correggere errori o omissioni che non rientrano in specifiche casistiche.

La scadenza del Modello Redditi correttivo, aggiuntivo e integrativo è stata invece anticipata al 15 ottobre, mentre il termine ultimo di presentazione della Dichiarazione tardiva è stata anticipata al 13 febbraio 2024. Le nuove scadenze per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2024 comportano meno tempo per correzioni, integrazioni e dimenticanze. Proprio per questo motivo che i contribuenti devono controllare attentamente il proprio 730, assicurandosi di non aver commesso errori o dimenticato nulla.

Chi ha bisogno di correggere il 730 è bene che lo faccia entro il 25 ottobre 2024; chi ha bisogno di presentare un modello Redditi correttivo deve farlo entro il 15 ottobre 2024. Mentre il modello Redditi tardivo va compilato entro il 13 febbraio 2025. E’ dunque bene che i contribuenti si adeguino presto alle nuove regole, in quanto in caso contrario si rischia di incorrerà in sanzioni più o meno gravi.

Impostazioni privacy