Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Dove vanno a finire le grandi opere che appartengono ai privati? Di certo non a casa loro

Sapevi che molte opere sono conservati in luoghi davvero inimmaginabili? Hanno l’aria di essere tutt’altro che dei musei

Gli amanti dell’arte sanno perfettamente che, per ammirare i capolavori più famosi al mondo, è necessario recarsi presso i luoghi in cui sono conservati, ovvero i musei. Qui, infatti, viene tenuta la maggior parte delle opere realizzate dai più grandi artisti della storia dell’arte mondiale: di fatto, però, ce ne sono alcune che non è possibile vedere in questi contesti.

opere che nessuno può vedere
Dove si trovano le opere che appartengono ai privati? (labiennale.it)

Ebbene sì, sembra a dir poco paradossale ma alcune opere d’arte, molto spesso dal valore inestimabile, non vengono collocate presso dei musei accessibili al pubblico, ma in alcuni luoghi dove vige estrema riservatezza. Si tratta quasi sempre di quadri di proprietà privata: la cosa significativa, però, è che in questi posti neanche chi li acquista può avervi libero accesso.

Parliamo di veri e propri porti franchi che, in passato, venivano sfruttati come luoghi di stoccaggio per conservare beni fondamentali (soprattutto derrate alimentari). Pian piano, però, la logica dietro questi posti si è evoluta e sono stati adibiti interamente a beni di lusso, quali macchine, oggetti in oro e, allo stato attuale, opere d’arte. Ma come mai conservare dei capolavori in luoghi così riservati? La risposta non è così difficile da intuire.

Opere dei privati, ecco dove sono conservate

Uno dei porti franchi più noti in assoluto è quello a Ginevra, in Svizzera.  Questo luogo, in apparenza, non sembra assolutamente essere sede di alcune tra le opere d’arte più importanti al mondo. In esterno, infatti, ha letteralmente l’aspetto di un palazzone, circondato da binari ferroviari e filo spinato. Vi sveliamo qualche dettaglio in più su questo posto incredibilmente curioso.

opere che nessuno può vedere
Nel Porto Franco a Ginevra sono conservate tantissime opere d’arte. Foto da Adobe Stock (labiennale.it)

Un direttore del Louvre ha definito questa location come il più grande museo che nessuno può vedere.  Nessuna definizione fu più azzeccata, in quanto non solo in esterno sembra tutt’altro che un museo, ma non è nemmeno accessibile al pubblico. Il motivo di tanta riservatezza, però, non è soltanto dettato da esigenze legate alla sicurezza delle opere stesse.

Nel momento in cui con quadro viene conservato presso un porto franco, infatti, è esente dalla canonica tassazione a cui dovrebbe sottostare se conservato in casa o in un altro luogo privato. Tra i porti franchi più famosi, troviamo assolutamente quello in Lussemburgo, ma anche uno a Singapore: di fatto, però, quello Ginevra è il più importante in assoluto, in quanto contiene circa 1400 opere, tra cui ben 300 di Picasso, ma anche qualcosa di Monet e Warhol.

Sapevate dell’esistenza di questi posti in giro per il mondo?

Impostazioni privacy