Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Ecco l’edificio a impatto zero che simula una gigantesca onda: l’opera architettonica dominerà Citylife

Oltre ad esser molto affascinante, questo edificio è anche a impatto zero. Sembra una gigantesca onda e andrà a dominare Citylife

Una costruzione tanto attesa quanto innovativa sta tenendo banco fra le pagine dei media locali e nazionali. Si tratta di un edificio che sarà erto completamente a impatto zero, a dir poco spettacolare per la sua forma a onda e capace di poter dominare a Citylife. Il complesso residenziale milanese è già caratterizzato dai progetti finiti messi in piedi da parte di architetti di altissimo spessore internazionale, come Daniel Libeskind, Arata Isozaki e Zaha Hadid.

The Wave, edificio a impatto zero a City Life
The Wave, l’edificio a impatto zero di Milano – Labiennale.it

Si trova nel quartiere di Portello e da quando sono state completate le varie costruzioni progettate da questi ultimi è riuscito ad attirare 11 milioni di visitatori ogni anno. Di certo, il nuovo edificio che sorgerà, The Wave, sarà capace di poter stuzzicare ancor di più la fantasia dei turisti che si trovano a passare da quelle parti. Andrà a ospitare degli uffici e per poterli creare nella maniera più all’avanguardia possibile, vi è stato un investimento di ben 180 milioni di euro.

Al momento, ha già ricevuto la certificazione WiredScore Platinum, la quale attesta l’ottima qualità del progetto in termini di connettività digitale a livello mondiale. Ma anche le importantissime pre-certificazioni di Wellc2 Core Platinum, che verifica la creazione di edifici capaci di non influenzare il benessere umano, e di Leed Core Shell v4 Platinum, sistema di classificazione per progetti dell’intero sistema (tranne l’allestimento dei locali).

La rivoluzione ecologica passa anche dall’edificio a forma d’onda

The Wave sarà alimentato solamente da fonti rinnovabili e rappresenta il primo edificio a uffici che supererà l’impatto zero. Sarà ricoperto da ben 11 mila mq di pannelli fotovoltaici e riuscirà a produrre energia pari a 1,3 MWh ogni anno, con una potenza installata di circa 2 MWh.

Milano, a breve sorgerà l’edificio a forma d’onda (Ig @citylifemilano) – Labiennale.it

In confronto a un edificio di pari dimensioni, CityWave andrà a consumare il 45% in meno, permettendo un risparmio di 500 tonnellate di CO2 annualmente. Una strategia parecchio sofisticata per quanto riguarda l’approvvigionamento energetico-idrico permetterà di poter riutilizzare le acque piovane e di utilizzare a uso termico l’acqua di falda.

Per chiunque vorrà passeggiare fra le vie di Citylife, sono state piazzate 86 telecamere e ben 10 colonnine Sos per poter mantenere la sicurezza del luogo al massimo dei livelli. L’edificio sarà completato a metà del 2026, a confermarlo è stato Roberto Russo, l’amministratore delegato di SmartCityLife, durante la Commissione urbanistica di mercoledì 6 marzo.

Impostazioni privacy