Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Perché il quadro più importante di Picasso è in bianco e nero: il motivo è straziante

Una delle opere d’arte più famose al mondo, e probabilmente la più conosciuta di Pablo Picasso, è realizzata in bianco e nero. Come mai?

Sicuramente il motivo non è certo legato alla carenza di colori, considerato che nelle varie fasi della sua vita il noto artista ne ha fatto ampio e sapiente utilizzo. Ma allora perché, per questo quadro, fu deciso di limitarsi a un monocromo?

guernica
Guernica è stata realizzata in bianco e nero. Per quali motivi? – labiennale.it – Fonte Wikimedia Commons

L’opera a cui ci riferiamo è evidentemente Guernica e le motivazioni che hanno spinto Picasso a realizzarla in bianco e nero sono molte di più di quanto si narrò all’epoca, quando si disse che, non avendo Picasso assistito di persona al bombardamento, decise di trarre ispirazione dai reportage giornalistici dell’epoca, che erano appunto in bianco e nero. In realtà, c’è di più…

Perché Guernica è in bianco e nero, tutta la verità

Oltre alla motivazione di cui sopra pare che Picasso abbia voluto concentrarsi sul bianco e sul nero poiché consapevole della necessità di privare la scena di qualsiasi elemento decorativo o superfluo, focalizzando così l’attenzione sulla sofferenza e la brutalità della guerra. L’assenza di colore elimina infatti ogni distrazione cromatica e permette di cogliere l’essenza della tragedia: la devastazione, il dolore e la morte. Le tonalità di grigio, inoltre, accentuano la drammaticità e il pathos della scena, creando un’atmosfera cupa e opprimente.

guernica
Guernica è una delle opere d’arte più conosciute, apprezzate e visitate di Pablo Picasso – labiennale.it – Fonte Wikimedia Commons

Pare inoltre che Picasso, con questa scelta, abbia voluto rendere omaggio alla tradizione pittorica spagnola, ricca di opere in bianco e nero, come le incisioni di Goya o i dipinti di Zurbarán, e che abbia altresì voluto porre in contrasto il simbolismo dei due colori: il bianco rappresenta la purezza e l’innocenza delle vittime, mentre il nero simboleggia la morte, la distruzione e il caos della guerra.

In aggiunta a tali motivazioni, gli storici ritengono che la scelta del bianco e del nero sia legata alla possibilità di destare un impatto visivo ancora più forte, risultando così più incisivo rispetto ad una gamma cromatica più ampia. Ricordiamo poi che Picasso era un maestro del cubismo, uno stile che si avvale di una scomposizione geometrica delle forme e di una tavolozza cromatica spesso ridotta.

Insomma, tante motivazioni che hanno permesso a Picasso di creare un vero e proprio capolavoro.

Impostazioni privacy