Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Non sai dove andare a far colazione? L’idea originale da copiare assolutamente

Quando l’arte si fonde con le esperienze quotidiane più intime, emerge un nuovo mondo di possibilità. Immaginate di svegliarvi al mattino, quando il mondo è sospeso tra sogno e realtà, e i primi raggi del sole filtrano attraverso le fronde degli alberi, avvolgendovi in un’atmosfera eterea. È in questo momento di promessa e potenziale che il Centro Diego Fabbri a Forlì ha ideato un’esperienza senza precedenti: “Colazione al Museo”.

Colazione e arte
Tra arte e gusto: l’esperienza unica di “Colazione al Museo”
Labiennale.it

Le opere dei Preraffaelliti, intrise di mito e mistero, diventano dunque compagne di tavola mentre ci si delizia con le prelibatezze culinarie; e questo incontro tra il piacere del gusto e la visione artistica crea un dialogo profondo, che trascende il semplice atto di mangiare e si trasforma in un’esperienza multisensoriale che coinvolge mente e spirito. Ecco perché, attraverso conversazioni stimolanti e riflessioni condivise, ogni partecipante ha l’opportunità di approfondire la propria comprensione e connessione con l’arte dei Preraffaelliti. Ogni sguardo alle opere esposte, ogni boccone di cibo, diventa un momento di contemplazione e apprendimento.

Un’esperienza non si limita a nutrire il corpo, ma anche l’anima, trasformando ogni mattina in un’opportunità di crescita e arricchimento personale e culturale. È un momento privilegiato in cui la routine quotidiana si fonde con l’eccezionalità dell’arte, offrendo un’occasione unica per espandere i propri orizzonti e approfondire la propria comprensione del mondo che ci circonda.

Dal 16 marzo al 13 aprile, ogni sabato mattina, il Bar del Teatro di Corso A. Diaz si trasformerà pertanto in un santuario per gli amanti dell’arte e della gastronomia, accogliendo ospiti desiderosi di un’esperienza unica.

Risveglio artistico: l’esperienza unica di “Colazione al Museo”

L’inaugurazione di questo affascinante percorso è avvenuta sabato 16 marzo, alle 9:30, con la partecipazione della stimata curatrice del percorso, Sara Polidori. In un’atmosfera rilassante e accogliente, Sara ha quindi introdotto il tema della giornata: “La preferenza per il primitivo e la pittura Preraffaellita”.

Dopo una colazione deliziosa presso il Caffè del Teatro, i partecipanti sono stati accompagnati verso i vicini Musei San Domenico, dove l’esplorazione artistica ha trovato nuova linfa. Qui, immersi nell’atmosfera culturale dei musei, hanno infatti avuto l’opportunità di approfondire la loro comprensione e apprezzamento per l’arte dei Preraffaelliti.

Arte a colazione
Arte a colazione: un’avventura stimolante di condivisione
Labiennale.it

Dotati degli strumenti di lettura forniti durante la colazione, i partecipanti hanno continuato il loro percorso sensoriale all’interno del “Breakfast-club”, un luogo informale e e coinvolgente che ha permesso loro di esaminare da vicino le opere dei Preraffaelliti, condividendo riflessioni e interpretazioni in un ambiente certamente stimolante e collaborativo. Ed è proprio qui che le opere dei Preraffaelliti hanno preso vita in tutta la loro magnificenza, trasportando i visitatori in un mondo di bellezza e significato. Attraverso il dialogo con gli altri partecipanti e l’orientamento degli esperti, ogni opera è stata esplorata in modo approfondito, offrendo un’esperienza visiva e intellettuale senza pari. Solo il primo capitolo di una lunga serie appassionante che promette di affascinare e arricchire mente e spirito con una prospettiva unica.

Il costo dell’esperienza è stato pensato con attenzione per garantire l’accessibilità a un pubblico il più ampio possibile. Per un investimento di soli 20 €, i partecipanti hanno la possibilità di godere di una colazione deliziosa presso il Caffè del Teatro, l’ingresso alla mostra e una visita guidata coinvolgente. Inoltre, a coloro che possiedono la tessera “Io Sostengo la Cultura 2023/24”, è riservato uno sconto speciale, abbassando il costo a soli 15€.

Un incentivo prezioso alla promozione e la democratizzazione dell’arte, al fine di riuscire davvero a creare una comunità più consapevole e coinvolta.

Impostazioni privacy