Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Come è organizzata quest’anno la Biennale di Venezia: informazioni per una esperienza unica

Anche quest’anno è arrivato il tempo della Biennale d’arte di Venezia: ma sai come muoverti ed organizzarti?

Per gli artisti e per gli appassionati d’arte, la Biennale è un po’ come se fosse Natale: un evento imperdibile. Conosciuta come Biennale d’arte di Venezia o L’esposizione internazionale dell’arte, si tratta di una delle manifestazioni internazionali più importanti dell’arte contemporanea. Fu nel 1890 che prese avvio l’idea per la realizzazione di questa manifestazione pensata come una grande vetrina internazionale per i grandi artisti viventi.

La Biennale di Venezia
È tempo di Venezia, è tempo di Biennale! (labiennale.it)

Inizialmente, la sede dell’evento era chiamata Palazzo dell’esposizione e fu costruita ai Giardini napoleonici. Nel corso degli anni, i giardini ci sono arricchiti con nuovi padiglioni. Per qualsiasi artista sia italiano che straniero, essere presente alla biennale è un gran privilegio. Quest’anno ricorre la sessantesima esposizione internazionale dell’arte dal 20 aprile al 24 novembre ed il tema è Stranieri Ovunque – Foreigners Everywhere.

La Biennale di Venezia: ecco come visitarla e cosa troverai

La zona principale dell’esposizione si trova ancora ai Giardini napoleonici e lì si possono trovare bene 29 padiglioni e dunque 29 paesi. Al centro di questi padiglioni c’è il Padiglione centrale e qui si può trovare la mostra principale a tema della Biennale. Oltre alla parte centrale che troviamo nei Giardini, c’è anche una seconda sede che si trova all’Arsenale di Venezia, un’antico complesso di cantieri navali.

Oltre allo spazio dedicato alle opere d’arte e artisti, l’evento sembra avere particolare a cuore i suoi visitatori. Sia i giardini che l’Arsenale sono dotati di ogni comfort: bar, ristoranti, infopoint, servizi igienici con fasciatoio ecc. Una nota particolarmente di rilievo a favore dell’evento sono i passeggini, i deambulatori, le sedie a rotelle e addirittura dog sitter che l’evento mette a disposizione. In questo modo, i proprietari degli amici a quattro zampe potranno godersi l’evento affidando il proprio cane a mani esperte in tutta tranquillità fino al termine della visita stessa.

La Biennale di Venezia
Adriano Pedrosa, foto Daniel Cabrel, Museo d’arte di San Paolo, Brasile (labiennale.it)

Il periodo di tempo in cui l’esposizione sarà aperta, come abbiamo accennato, è molto lungo dunque bisogna fare affidamento a diverse fasce orarie in base al periodo. Sono stati pensati due orari, un orario estivo dal 20 aprile al 30 settembre in cui la visita parte dalle 11:00 del mattino fino alle 19:00 del pomeriggio. L’orario autunnale a partire dal 1°ottobre fino al 24 novembre, invece, prevede la visita dalle 10:00 del mattino fino alle 18:00 del pomeriggio. Fino al 21 marzo è possibile acquistare dei biglietti agevolati.

La mostra, curata da Adriano Pedrosa, avrà come tema “lo straniero”, un tema da ricercare nelle origini stesse del curatore. Pedrosa ha evidenziato come la sua terra d’origine, il Brasile, sia una terra ricca di stranieri e la sua Biennale sarà proprio una celebrazione di questo, una celebrazione dell’altro.

Se ne avete la possibilità, visitare la Biennale di Venezia sarà una vera e propria coccola per l’anima. Sarà uno sguardo aperto verso l’altro, quello straniero che a volte ci sembra troppo lontano ma che in realtà si pone come un essere uguale a noi, collegato dal ponte dell’arte.

Impostazioni privacy