Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Dopo millenni viene ritrovata in Egitto: scoperta epocale

L’Egitto è una di quelle terre che entra nella nostra immaginazione portandoci in mondi lontani. Ecco cosa e stato ritrovato!

L’Egitto, con la sua storia antica e la sua meravigliosa ricchezza culturale, è un paese pieno di misteri a meraviglia. Da millenni è il palcoscenico di una delle più grandi civiltà dell’antichità. Tra sabbia dorata, piramidi imponenti e templi maestosi, si nascondono tesori che continuano a stuzzicare l’immaginazione del mondo moderno.

Scoperta in Egitto
Il fascino dell’Egitto sorprende ancora! (labiennale.it)

Molte sono le scoperte che sono state fatte in passato e molte altre ancora le scoperte che attendono di essere rivelate. Uno dei celebri sovrani dell’Egitto è stato Ramses II noto anche come Ramses il grande. Il suo Regno Regno oltre 66 anni ed ha lasciato una impronta indelebile nella storia. L’ultima scoperta sorprendente in Egitto riguarda proprio questo grande sovrano.

Uno scoperta racchiusa tra le sabbie del tempo: il sovrano che plasmò l’Egitto

Ma che aspetto aveva Ramses II? L’unica testimonianza affidabile che abbiamo oggi è la sua mummia che si trova al Museo egizio del Cairo. Nel 1886 venne sbandata e studiata approfonditamente. Diverse sono state le opinioni riguardo al suo aspetto. Alcuni studiosi hanno parlato di una fredda autorità, altri ancora di una divina serenità. C’è qualcuno che ha parlato di un’espressione poco intelligente ma orgogliosa ed ostinata.

Oltre alla mummia di Ramses, il suo aspetto è idealizzato in molte statue colossali ritrovate nel corso di varie campagne archeologiche. Le più conosciute sono senza dubbio le quattro statue che si trovano all’ingresso al tempio di Abu Simbel, nella città di Assuan.

Circa un secolo fa, però, l’archeologo tedesco Gunther Roeder ritrovò un’altra grande statua colossale che consisteva solo nella parte inferiore del faraone. Era il 1930 e sembrava una scoperta a metà, o almeno è stato così fino a qualche giorno fa.

Il ritrovamento del gran Faraone
Statua del faraone Ramses II ritrovata ad El Ashmunein – Fonte Facebook Ministry of Tourism and Antiquities (labiennale.it)

Ci troviamo nella città di El Ashmunein, dove una équipe di archeologi egiziani e statunitensi hanno fatto una delle scoperte più importanti del secolo. Si tratta proprio della parte superiore mancante della statua che era stata ritrovata nel 1930. È una scultura in pietra calcare alta quasi 4 metri ed il faraone è ritratto mentre indossa una doppia corona che simboleggia il suo potere sia sull’Alto Egitto che sul Basso Egitto.

È presente anche il cobra che è da sempre sinonimo di regalità. Se dovessimo riunire la parte superiore appena ritrovata con la parte inferiore, avremo una statua alta più di 7 metri. La professoressa Salima Ikram, egittologia dell’Università Americana del Cairo ha parlato di una scoperta meravigliosa che rivela nuovi aspetti sul faraone e sul suo immenso regno. C’è voluto quasi un anno per ritrovare la statua e sicuramente c’è altro ancora da scoprire.

Impostazioni privacy