Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Pensione: bastano 15 anni di contributi coi “requisiti aggiornati” approfitta subito

Attenzione ancora per poco puoi andare in pensione con 15 anni di contributi. Se hai i requisiti approfittane subito!

Il raggiungimento della pensione sta diventando sempre più un miraggio per tutti, dopo la riforma Fornero è caduta ogni certezza e gli italiani si sono ritrovati, dopo aver lavorato tanti anni a non avere nessuna sicurezza per il futuro.

Bastano 15 anni di contributi per la pensione in certi casi
Se hai solo 15 anni di contributi puoi andare lo stesso in pensione ma ancora per poco (Labiennale.it)

Sicuramente la riforma pensionistica andava fatta ed è vero che in passato sono state fatte valutazioni programmatiche errate da parte dei vari Governi che hanno portato a tutto questo ma i cittadini che sono in età da pensione sono in difficoltà. Per andare in pensione oggi bisogna avere almeno 20 anni di contributi e l’età giusta che per ora è 67 anni ma sembra che in futuro aumenterà ancora.

Chi ha dei vuoti contributivi e non arriva ai 20 anni di versamenti ma ha raggiunto l’età giusta, può avere un’agevolazione introdotta dal Governo Amato con un decreto legge del 1992. Il ministro aveva stabilito una serie di deroghe per coloro i quali non raggiungevano il limite minimo di versamenti contributivi per ricevere la pensione.

Ecco chi, ancora per poco, può andare in pensione con 15 anni di contributi versati e determinati requisiti.

La riforma Amato del 1992, ha stabilito tre deroghe secondo cui alcuni cittadini, possono andare in pensione con 67 anni d’età e solo 15 anni di contributi versati invece del minimo richiesto che è 20 anni. A patto di soddisfare certi requisiti, le persone che hanno buchi contributivi e che non sono riusciti ad assicurarsi tutti i contributi necessari potranno avere ugualmente quindi una pensione.

Legge Amato: 15 anni di contributi per la pensione
Con la legge Amato si può avere la pensione con 15 anni di versamenti-ancora per poco (Labiennale.it)

L’indicazione della legge Amato è che si può andare in pensione con 15 anni di contributi e 67 anni di età solo se si ha almeno un contributo settimanale versato entro il 31 dicembre 1995. Ecco le possibili strade delineate dalla legge:

  • La prima assicura la pensione con 15 anni di versamenti a coloro che hanno maturato 15 anni di contributi entro il 31 dicembre 1992; vengono considerati validi sia i contributi figurativi  sia quelli volontario o quelli ricavati da riscatto
  • Altra deroga è per quelli che entro il 31 dicembre 92 abbiano avuto l’autorizzazione al versamento volontario dei contributi anche se poi non sono stati versati.
  • Ultima possibilità è quella che permette di andare in pensione con 15 anni di contributi ai cittadini che abbiano un‘anzianità assicurativa di 25 anni e che per 10 anni abbiano meno di 52 settimane di versamenti. Bisognerà sempre avere però almeno un contributo versato entro il 31 dicembre 1995.
Impostazioni privacy