Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Chicci di riso con dentro il manzo: la nuova evoluzione dell’alimentazione

Arriva dalla Corea del Sud quella che potrebbe essere una rivoluzione dell’alimentazione. Di cosa stiamo parlando? Oggi vi presentiamo i chicchi di riso con dentro il manzo.

Si tratta di una trovata molto particolare per creare un alimento ad altissimo contenuto proteico e che potrebbe essere il cibo giusto da portare nello spazio.

Riso e manzo
Chicchi di riso con dentro la carne (LaBiennale.it)

Ne abbiamo sentite di tutti i colori per quanto riguarda quello che mangiamo a tavola. Per esempio negli ultimi mesi si è molto discusso sulla farina di grillo lanciata negli Stati Uniti, considerata ad alto tasso proteico ma che ha portato a molte polemiche in Italia dove moltissimi sono insorti sui social network.

Ma non solo ovviamente perché le polemiche erano già nate precedentemente quando si parlava di cavallette e grilli come cibo del futuro. Oggi però vogliamo parlarvi di qualcosa di completamente differente e che verrà lanciata con delle precise indicazioni.

No, non si tratta di un’eccentrica trovata della cucina asiatica ma di qualcosa di molto utile che potrebbe regalarci un futuro molto differente in diversi settori. Ma andiamo a leggere tutto da più vicino per capire da dove nasce questa idea.

Il riso con dentro il manzo, come nasce?

Come detto quella del riso con dentro il manzo nasce come idea nella Corea del Sud, precisamente alla Yonsei University per opera di Jinkee Hong. Questi ha pensato di sfruttare la struttura organizzata e porosa dei chicchi per imitare l’ambiente cellulare che permette alla carne di crescere.

Riso con dentro il manzo
Come nasce il riso con il manzo? (LaBiennale.it)

Questa struttura fornisce un’impalcatura decisamente solida, il riso ha anche nutrito e permesso la crescita grazie a quello che accade all’interno di alcune molecole.

Per riuscire a far attecchire le cellule di manzo al riso gli scienziati hanno addizionato ai chicchi la gelatina di pesce, edibile e in grado di creare questo particolare connubio. Dopo questo “innesto” si è lasciato il tutto in coltura per circa 10 giorni.

E il sapore? Ha un odore e sapore vicino al manzo e anche alle mandorle. Gli autori di questa ricerca hanno specificato come sia un prodotto adatto per far assorbire tutti i nutrienti e che potrebbe essere un pasto anche in grado di ridurre decisamente l’impatto ambientale visto che gli allevamenti richiedono acqua e terra in abbondanza oltre alle emissioni di gas serra legate al consumo della carne.

Per ogni 100 grammi di proteine prodotte il riso rilascerebbe di fatto meno di 6.27 kg di CO2, mentre la carne di manzo 49.89 kg. Vedremo se davvero sarà il cibo del futuro visto che costerebbe anche sette volte di meno rispetto al manzo.

Impostazioni privacy