Chi siamo

Redazione

Disclaimer

Privacy Policy

Modalità aereo? Un mito persistente da sfatare: ecco perché non serve attivarla

Sveliamo la verità dietro la modalità aereo: scopriamo perché non è più necessario attivarla sul proprio dispositivo

Se hai mai viaggiato in aereo o semplicemente utilizzato uno smartphone, avrai sicuramente impostato o semplicemente notato la cosiddetta “modalità aereo”. Questa funzione, presente su quasi tutti i dispositivi mobili moderni, è stata a lungo considerata un modo efficace per garantire la sicurezza durante il volo e per conservare la batteria del dispositivo.

addio modalità aereo
L’utilità della modalità aereo: un dibattito che continua a suscitare interesse (Labiennale.it)

Tuttavia, con i progressi nella tecnologia e nei protocolli di volo, la necessità di attivare la modalità aereo è diventata sempre più un mito. In questo articolo, esamineremo i motivi per cui non è più indispensabile e perché si potrebbe tranquillamente lasciarla disattivata sul proprio dispositivo.

Addio alla modalità aereo: perché non è più necessaria

Negli ultimi anni, la “modalità aereo” è stata una funzione fondamentale su dispositivi mobili come smartphone e tablet. Questa opzione è stata originariamente concepita per ridurre l’interferenza elettromagnetica durante i voli aerei, ma negli ultimi anni è diventata sempre più una pratica obsoleta. Quando si attiva la modalità aereo sul proprio dispositivo, vengono disattivate le connessioni wireless, come il Wi-Fi, il Bluetooth e il segnale cellulare.

addio modalità aereo
Scopri i motivi dietro l’attivazione della modalità aereo e le sue implicazioni (Labiennale.it)

Questo era importante in passato, quando le interferenze elettromagnetiche potevano potenzialmente influenzare l’avionica degli aerei. Tuttavia, con i progressi nella tecnologia e nei protocolli di volo, queste interferenze sono diventate sempre meno rilevanti. Oggi, molti esperti sostengono che la modalità aereo non è più necessaria durante i voli. Le moderne aeromobili sono progettati per sopportare le interferenze elettromagnetiche dai dispositivi elettronici portatili, e le compagnie aeree hanno regole specifiche che consentono l’uso di dispositivi elettronici durante tutte le fasi del volo.

Inoltre, la maggior parte delle compagnie aeree offre servizi Wi-Fi a bordo, consentendo ai passeggeri di rimanere connessi durante il volo che non sarebbero disponibili se tutti attivassero la modalità aereo. Un altro mito associato a questa impostazione è che aiuti a conservare la batteria del dispositivo. Tuttavia, molti studi hanno dimostrato che la differenza nella durata della batteria tra la modalità aereo attivata e disattivata è minima. Ci sono anche situazioni quotidiane in cui questa potrebbe essere scomoda o addirittura dannosa.

Oltre all’impossibilità chiaramente di poter ricevere chiamate o messaggi importanti, se si è in viaggio e si deve utilizzare mappe o altre applicazioni che richiedono una connessione Internet, la modalità aereo impedirà al proprio dispositivo di connettersi. In conclusione, attivarla non è più necessario durante i voli, decisione presa proprio dalla Commissione europea nel 2022. Quest’ultima ha, infatti, previsto l’obbligo per le compagnie aeree di installare delle picocelle le quali impediscono che i segnali telefonici facciano interferenza con i sistemi di comunicazione dell’aereo.  

Impostazioni privacy